Associazione per la Ricerca Sociale
Co-progettazione e co-gestione in partenariato pubblico / privato sociale del progetto “Spazi WeMi” articolato in due aree
Anni: 2022– in corso
Committente: Comune di Milano
Co-progettazione e co-gestione del progetto sperimentale FASTT Facilitare Accompagnamenti Sociali Temporanei di Tutela
Il progetto si propone di accompagnare il gruppo di lavoro LabT a consolidare e sviluppare la propria funzione di promozione e mantenimento dell’innovazione promossa dal Programma PIPPI; realizzare incontri di scambio, confronto e formazione tra operatori cittadini finalizzati sia all’obiettivo di accompagnamento alla sperimentazione di pratiche condivise che di diffusione delle “Linee di indirizzo nazionali per l’intervento con bambini e famiglie in situazione di vulnerabilità” anche con il coinvolgimento di esperti; raccogliere e sistematizzare la documentazione esistente (ricerche, linee guida, protocolli di intesa) o da produrre durante gli incontri, relativa ai modelli e ai processi di intervento messi in campo dall’Area territorialità nell’ambito della tutela minori, con un censimento delle ricerche e documenti elaborati dal gruppo LAbT si costruirà un archivio organizzato e accessibile, in modo da diffondere i materiali di maggiore interesse e disseminare le buone pratiche.
Anni: 2021– in corso
Committente: Comune di Milano
Servizio di facilitazione e supporto metodologico e organizzativo all'area giovani, università e alta formazione per lo sviluppo del network delle politiche giovanili cittadine "Migeneration-net"
Anni: 2021– in corso
Committente: Comune di Milano
Osservatorio sugli anziani in Lombardia
Come “ne escono” gli anziani lombardi dopo due anni di pandemia? dopo mesi difficili, tragici, di sofferenza, di solitudine. L’idea è stata quella di dare vita a un Osservatorio biennale che realizza due ricerche gemelle su campioni rappresentativi di ultra 65enni lombardi (circa mille casi) distribuiti su tutte le province. Analisi che diventino un riferimento, una baseline aggiornata sugli anziani e i loro rinnovati bisogni, il lavoro di cura, quello svolto dai caregiver familiari e quello svolto dalle badanti.
Il primo Rapporto è stato presentato l’8 febbraio 2022 ed è disponibile sul sito Welforum.it
Anni: 2020– in corso
Committente: SPI CGIL Lombardia, FNP CISL Lombardia, UILP UIL Lombardia
Ricerca e mainstreaming sul lavoro domestico
Manca in Italia una fonte stabile di conoscenza sul lavoro domestico realizzato da colf, badanti e baby sitter. Questo progetto risponde a questa carenza costruendo un luogo stabile di offerta informativa e di promozione su quanto si realizza, nelle diverse regioni e nei diversi territori, a favore del lavoro domestico.
Al centro dell’attività è la costruzione del nuovo sito di “Fidaldo”, committente del progetto, al centro del quale c’è un “Atlante” degli interventi di sostegno del lavoro domestico, attivati a vario titolo dalle amministrazioni pubbliche e del privato sociale.
Anni: 2020– in corso
Committente: Fidaldo - Federazione italiana dei datori di lavoro domestico
EDU-factoring
ARS partecipa al progetto EDU-factoring. Il progetto favorisce il contrasto alla povertà educativa minorile, innescando processi volti alla promozione di opportunità di crescita, apprendimento, sviluppo ed emersione di attitudini, capacità e talenti attraverso strumenti e metodologie innovativi in grado di avvicinare i minori a un sistema educante stimolante e di uguali opportunità di doti educative. Tramite il rilancio della Città dei Ragazzi di Cosenza, una delle strutture educative più grandi del Sud e simbolo di costruzione di partecipazione, socializzazione e inclusione dei bambini e dei ragazzi del territorio cosentino e, tramite il sistema sperimentale di partnership, si applicano metodologie innovative associate ad approcci di problem solving e apprendimento cooperativo. In una visione di Factory della CDR, i minori sono inseriti all’interno delle 4 isole tematiche individuate di: Comunicazione, Scienze ed Educazione Motoria, Arte e Letteratura, Buone pratiche alimentari, partecipazione e sostegno alla genitorialità.
Progetto realizzato in partnership con capofila: Don Bosco società cooperativa sociale
Anni: 2020– in corso
Committente: Con i bambini
Legami Nutrienti
ARS partecipa al progetto Legami Nutrienti. Il progetto promuove legami nutrienti ritenuti la base per lo sviluppo della resilienza, fondamentale per prevenire e contrastare la povertà educativa. Si lavorerà con la genitorialità vulnerabile e minori a rischio/in condizione di povertà educativa attraverso un kit di interventi (servizi non standardizzati, ma dispositivi combinabili a seconda del bisogno emerso) al fine di rafforzare il ruolo genitoriale, sviluppare la sintonizzazione emotiva tra i soggetti e lavorare su relazioni positive, soprattutto tra le mamme e tra i pari. Si sottolinea l’utilizzo di dispositivi sperimentali, l’Home Visiting e il Video Interaction Guidance, per il sostegno alla genitorialità e la sintonizzazione emotiva. Importante è il ruolo delle Antenne (scuole, ospedali, IPM, pediatri), catalizzatori per la rilevazione precoce di situazioni di povertà educativa, al fine di lavorare sull’intera provincia di Napoli, lì dove emerge il bisogno.
Progetto realizzato in partnership con capofila: L'Orsa Maggiore Coop. Soc.
Anni: 2020– in corso
Committente: Con i bambini
Se_Po_Pas. Sentieri ponti e passerelle per il diritto alla crescita e allo studio
ARS partecipa al progetto, che prevede un biennio nuovo e alternativo a quello delle superiori - che il Miur, gli USR e le Regioni seguiranno e valuteranno per una possibile adozione, per affiancarlo ai percorsi usuali ma inefficaci per il diritto allo studio. In aree molto fragili di Napoli, Reggio Calabria e Messina, dopo 4 mesi di progettazione esecutiva e formazione on the job dei formatori con pochi allievi, si pensa di individuare e aggregare 75 NEET offrendo loro la possibilità di frequentare un biennio, non finalizzato al rientro a scuola, ma alla soggettivazione del singolo per una testa ben fatta. Un'esperienza per ritrovare fiducia in sé, superare la stigmatizzazione, maturare abilità relazionali e sociali, capacità di aspirare, competenze trasversali di base, con agio e piacere nella crescita e nell'apprendimento, nel costruire sé stessi incontrando il mondo fuori da sé, superando copioni esistenziali e trappole di esclusione. Curando basilari literacy in laboratori su corpo, cibo, mare, terra i ragazzi rifletteranno su gioco, regole, progetto, equilibrio, sfida, elaborazione dell'insuccesso, benessere, realizzare prodotti. Competenze di base saranno tematizzate intorno ai concetti di misura, racconto, spiegazione. Con l'uso di strumenti digitali in ogni attività, saranno adottati: autonarrazione e portfolio individuale, costruito anche con registrazioni vocali, in formato cartaceo e digitale.
Progetto realizzato in partnership con capofila: Associazione Quartieri Spagnoli Onlus.
Anni: 2020– in corso
Committente: Con i bambini
Servizio di accompagnamento sociale (P.A.S.). Gestione laboratorio sociale Lorenteggio
Il Progetto MILO·Lab è un servizio di accompagnamento del Comune di Milano, coordinato dall’Unità Programmi Integrati di Quartiere e realizzato da un’Associazione Temporanea di Imprese (ATI) del territorio. È uno spazio incontro e di inclusione dedicato agli abitanti del quartiere Lorenteggio/Giambellino, un luogo di scambio e di mediazione socio-culturale utile a superare le differenze e a supportare processi di integrazione sociale. È un servizio voluto dalle istituzioni per entrare in contatto diretto con i cittadini, per informare e creare occasioni di confronto sul processo di trasformazione e rigenerazione che interesserà nei prossimi anni l’ambito del Lorenteggio.
Anni: 2019– in corso
Committente: Comune di Milano
Welforum.it, Osservatorio nazionale sulle politiche sociali
Nuovo servizio informativo, divulgativo, di approfondimento e confronto sui temi delle politiche sociali nazionali e regionali, con uno sguardo anche a quelle europee. Obiettivo dell’Osservatorio è rendere fruibili e facilmente accessibili materiali e informazioni, coordinandoli e commentandoli. Sono coinvolti ricercatori di ARS e IRS (Istituto per la ricerca sociale), del Laboratorio di politiche sociali del Politecnico di Milano, del Capp dell’Università di Modena e Reggio Emilia, e altri esperti che in questi anni hanno collaborato al progetto Welforum e alla proposta di riforma “Costruiamo il Welfare dei Diritti”.
L’Osservatorio è uno strumento di lavoro rivolto a chiunque sia interessato ai temi del welfare: amministratori e decisori ai diversi livelli; responsabili e operatori dei servizi sia pubblici che privati; studiosi e ricercatori, professionisti ma anche semplici cittadini attenti al tema. Il sito welforum.it, a libero accesso, propone con continuità commenti e approfondimenti sui principali temi di confronto in atto sulle politiche sociali, con articoli, interviste, dossier e seminari tematici.
Anni: 2017– in corso
Promotori: Fondazione Cariplo, Fondazione Cariparma, Fondazione Cariparo, Fondazione Carisap, Fondazione Carispezia, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione Con il Sud, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Regione Emilia-Romagna, Regione Friuli Venezia Giulia, Regione Lazio, Regione Lombardia, Regione Piemonte, Regione Puglia, Regione Toscana, Provincia autonoma di Trento, Comune di Milano, Comune di Parma, Anci, Inapp, Irsses, Cnoas, Acli, Caritas Italiana, Cgil, Cisl, Fidaldo, Forum Terzo Settore
Contributo al progetto "Lombardia Sociale"
LombardiaSociale.it è un sito di analisi e monitoraggio del welfare sociale lombardo, realizzato da ARS in collaborazione con l’Istituto per la ricerca sociale. Obiettivo primario del progetto è costruire uno spazio per il confronto sul welfare lombardo e di discussione delle scelte di policy. Il sito vuole fornire tutti gli elementi tecnici – basati sull’evidenza empirica – necessari al confronto sulle scelte di politiche sociali, presenti e future, compiute dall’amministrazione regionale.
Un ulteriore obiettivo è quello di fornire strumenti concreti per l’attività di chi coordina e gestisce i servizi nel territorio. Attraverso il sito web si vuole offrire materiali di facile fruizione, utili a sostenere il lavoro quotidiano di gestione, programmazione, regolazione del sistema dei servizi, sia pubblici che privati. LombardiaSociale.it si caratterizza per alcuni tratti metodologici ben distinguibili.
  • Terzietà: non essere né uno strumento di advocacy né un sito che rappresenta la posizione della Regione o di qualunque altro soggetto organizzato. Si propone come un ente terzo che ospita una pluralità di punti di vista ed è interessato ad ogni opinione, purché fondata sui dati ed espressa pacatamente.
  • Evidenza empirica: ospitare esclusivamente contributi e analisi basati su evidenze empiriche, opinioni sempre supportate da dati e riferimenti concreti.
  • Pacatezza: fare della pacatezza dei toni uno dei marchi di fabbrica di LombardiaSociale.it, decisivo per costruire e proteggere uno spazio tecnico dedicato ai contenuti.
  • Fruibilità: rendere i contenuti accessibili al maggior numero possibile di persone attraverso la predisposizione di contenuti chiari, di lettura rapida e utilizzando i formati di fruizione più immediata ed efficace.
  • Modellizzazione: rendere LombardiaSociale.it un prototipo di monitoraggio e valutazione delle politiche sociali regionali, da poter replicare in altri contesti.
Anni: 2015– in corso
Committente: Fondazione Cariplo

© 2013– Associazione per la Ricerca Sociale ETS - privacy